PIATTI SPECIALI

I piatti speciali del Kitchen Ristorante Milano sono dei fuori menu che variano nell’arco dell’anno. Cambiano le stagioni, cambiano i prodotti che la terra ci offre e con loro noi cambiamo le specialità del ristorante Kitchen Milano. Anche per celiaci, free glutine.
Per questo autunno inoltrato proponiamo il Filetto cotto nel fieno di Bormio e la Raclette ed il dolcissimo Piennolo!

Filetto di manzo Irlandese

Filetto di manzo cotto nel fieno di Bormio

Nel fieno biologico di Bormio si trovano oltre 130 tipi di fiori ed erbe. I prati di montagna sono controllati con intervalli periodici e garanzia di coltivazioni biologiche certificate.

SANO perchè privo di grassi aggiunti.
BUONO grazie alla qualità della carne Irlandese.

€22.00

Ricetta

Solo 3 ingredienti:

200g filetto di manzo irlandese, fieno di Bormio BIO, sale marino integrale.
Scottiamo il filetto sulla pietra ollare per pochi secondi. Formata la crosticina lo adagiamo nel fieno nella cassa di legno di tiglio leggermente salato. Chiudiamo la scatola e cuciniamo in forno a 180°. Servito con verdure grigliate e patate al forno.

Tagliata di bisonte

Tagliata di bisonte

La carne di bisonte contiene più proteine e meno grassi rispetto al pollo. Inoltre, sottolineano i nutrizionisti, questo tipo di carne rossa è particolarmente ricca di fosforo, rame e zinco oltre che di vitamine B6 e B12, essenziali per il sistema immunitario. Dal punto di vista gastronomico questa carne è particolarmente tenera con gusto delicato.

€22.00

Ricetta

200g filetto di bisonte
Sale grosso
Rosmarino, salvia e foglie di mirto

Scaldare la pietra ollare. Poggiare sopra la carne tenuta a temperatura ambiente senza alcun condimento. La temperatura della griglia deve essere molto alta per formare la crosta che non permetta la fuoriuscita dei succhi. Cuocere circa 3 minuti per lato. Tagliare a fette sottili. Servire con sale, gli aromi tritati ed un filo di EVO.

Spaghetti al pomodoro Piennolo DOP

Pomodoro Piennolo

Coltivato in assenza di irrigazione nel comprensorio alle pendici del Vesuvio, il pomodorino vesuviano trae i massimi benefici dal terreno vulcanico e da un sole quanto mai generoso. Questo pomodoro detto comunemente Piennolo, è anche conosciuto come "spongillo", nome che fa riferimento alla tradizionale tecnica di appendere i pomodorini uniti a grandi grappoli per conservarli durante l'inverno. Il Piennolo ha un sapore dolce-acidulo delizioso.

€12.00

Ricetta

400g di spaghetti
300g di pomodorini
EVO
1 spicchio d'aglio
Basilico
Sale

Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro. In un'ampia padella aggiungete l'aglio in un filo d'olio e i pomodorini, salate. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua bollente e salata, scolateli al dente e uniteli ai pomodorini. Fate insaporire aggiungendo le foglie di basilico.

Fiorentina

Fiorentina

pellegrino Artusi, nel suo manuale "La Scienza in cucina e l'arte del mangiar bene", così definisce il taglio della bistecca:"bistecca alla fiorentina. Da beef-steak, parola inglese che vale costola di bue, è derivato il nome della nostra bistecca, la quale non è altro che una braciola col suo osso, grossa un dito o un dito e mezzo, tagliata dalla lombata di vitella."

€32.00

Ricetta

1 Fiorentina (800g)
Sale grosso
Rosmarino

Scaldate la griglia. Poggiare sopra la carne tenuta a temperatura ambiente senza alcun condimento. La temperatura della griglia deve essere molto alta per formare la crosta che non permetta la fuoriuscita dei succhi. Cuocere circa 3 minuti per lato. Servire con sale grosso.

Raclette con la fontina dei fiori

Fontina dei Fiori

La Fontina dei Fiori è prodotta con il latte di giugno, quando le mucche si alimentano in distese di prati fioriti. La nostra fontina proviene da Gressan dove Sandro, detentore del premio per la miglior Fontina DOP, passa l'estate in compagnia delle sue mucche. Accompagniamo la raclette con le patate viola e mele caramellate nel miele e rosmarino.

€15.00

Curiosità

La Fontina di Sandro è prodotta con metodi naturali: il latte è portato a temperatura sul fuoco a legna nel pentolame di rame, le forme vengono salate e spazzolate ogni due giorni e la stagionatura avviene in grotta.

Cassoeula

Cassoeula

Il piatto, così come viene preparato, nasce all'inizio del XX secolo, legato alla ritualità del culto popolare di Sant'Antonio Abate, date che segnava la fine del periodo delle macellazioni dei maiali. I tagli di carne utilizzati per la cassoeula erano quelli più economici e avevano lo scopo di insaporire la verza, elemento invernale basilare della cucina lombarda.

€15.00

Ricetta

2kg di verze dell'orto
800g di costine di maiale
250g di cotenna di maiale
2 luganeghe
2 piedini di maiale puliti, raschiati e lavati
1 orecchia di maiale, pulita, raschiata e lavata
200g di carote
200g di sedano
100g di cipolla
50g di burro
1 musetto di maiale (facoltativo)
un bicchiere di vino bianco secco
brodo di carne
sale e pepe qb

Fagiano selvatico con polenta croccante

Il fagiano

Il fagiano trae origine dai paesi asiatici ed è stato introdotto in europa dai romani per scopi principalmente venatori, attorno al 500 d.C. Per secoli quindi, i fagiani costituirono una delle prede preferite dai cacciatori ed entrarono presto a far parte della fauna mediterranea.

€17.00

Ricetta

1 fagiano (circa 1,3kg)
120g di cipolla
100g di carote
80g di sedano
50g di concentrato di pomodoro
Alloro
Chiodi di garofano
Un pezzettino di stecca di cannella
Bacche di ginepro
Farina bianca
0,5l di vino bianco
Brodo
EVO
Sale e pepe qb

Spaghetti con colatura di alici

Colatura di alici di Cetara

E' un prodotto tipico campano, tipico del piccolo borgo marino di Cetara. E' una salsa liquida trasparente dal colore ambrato che si ottiene dalla lavorazione delle alici sotto sale. le alici fresche vengono poste in piccole botti alternate a strati di sale e ricoperte di un disco di legno sul quale sono posti dei pesi. Il liquido che affiora viene conservato in grossi recipienti di vetro ed esposto alla luce diretta del sole che ne aumenta la concentrazione. Dopo circa quattro mesi, il liquido raccolto viene nuovamente versato nelle botti con le alici ed infine filtrato attraverso teli di lino.

€11.00

Ricetta

320g di spaghetti F.lli Cocco
2 cucchiai di EVo "convento di Siloe"
Peperoncino
Aglio spento (aglio sbianchito in acqua e lasciato marinare in olio per 2 giorni)
Foglie di limoni di Amalfi
4 cucchiai di colatura di alici
8 fiori di zucca

Cuocere la pasta in acqua senza sale, in una padella scaldare l'EVO, l'aglio, il peperoncino, le foglie di limone e la colatura. Saltare la pasta e aggiungere i fiori a crudo.